scopri il nostro

Progetto Educativo
Scarica il pdf
felici di fare esperienze

organizzazione delle attività

Sedute di psicomotricità, attività di creazione dell’orto con primi approcci al bio- dinamico, passeggiate nella natura con la scoperta del ciclo di nascita-morte-rinascita delle piante (semi, pianta, foglie, fiori, frutti), sviluppo della conoscenza e della manualità a contatto con la natura, attività grafico-pittorica, laboratori a tema, giochi per l’apprendimento di tecniche e strategie.

restituzioni

Le educatrici verificano gli obiettivi dell’attività didattica mediante produzioni verbali e grafiche.

 L’azione educativa, frutto della programmazione di obiettivi ben definiti e dell’organizzazione dei contenuti, può ritenersi valida nella misura in cui, mediante la verifica dei risultati, ci è possibile prendere coscienza del livello di apprendimento raggiunto da ogni singolo bambino, tenendo presente la situazione di partenza.

 La verifica riguarderà anche le difficoltà incontrate durante lo svolgimento del processo d’insegnamento-apprendimento e stimolerà l’insegnante a prendere atto, mediante un’azione di ritorno, della validità del percorso esperienziale-didattico adottato. Un’altra dimensione importante della programmazione è la valutazione che dovrà riguardare sia i progressi del bambino che l’operato delle insegnanti e dei loro interventi.

educare è amare

insegnare in serenità

Il ruolo dell’insegnante si può riassumere in tre competenze fondamentali:

  • comprendere il bambino in tutte le sue espressioni e saper rispondere alle sue esigenze favorendone la sua maturazione;

  • percepire ed accettare il vissuto emozionale del bambino osservando la propria emotività (atteggiamento empatico);

  • rappresentare quell’insieme di regole che permettono al bambino di utilizzare spazio, tempo e materiali in piena sicurezza, dandogli la possibilità di esprimersi in modo creativo, nel rispetto degli altri.

la natura, il miglior insegnante

in principio…

La Terra è il mondo delle case, delle costruzioni dell’uomo, delle tane degli animali che camminano o strisciano sotto o sopra il suolo, degli alberi, delle erbe, dei fiori, dei campi, dei boschi, delle montagne, delle colline, di tutti i frutti da mangiare, delle rocce, delle pietre o dei sassi e della sabbia.

Per i bambini della Scuola dell’Infanzia la terra è un elemento quasi magico, tutto da esplorare, scavare, travasare, trasportare, mescolare… e rappresenta un’opportunità davvero speciale per spaziare attraverso innumerevoli esperienze che partendo dal proprio corpo giungono ad interessare tutto ciò che li circonda.

realizzare obiettivi

Cosa vogliamo raggiungere?

Avvicinare fin da piccoli i bambini alla Natura, ai suoi ritmi, ai suoi tempi, alle sue manifestazioni, e consegnare loro un ambiente tutto da scoprire, esplorare, amare e rispettare. 

Promuovere tutte quelle esperienze che permettano ai bambini di acquisire una serie di competenze tra le quali: osservare, manipolare, cogliere somiglianze e differenze, formulare ipotesi da verificare, confrontare opinioni, rilevare un problema e cercarne la soluzioni.

Portare a maturazione della realtà che li circonda fino alla graduale costruzione di pensieri scientifici e di atteggiamenti di cura utili alla realizzazione di un obbiettivo finale (semina, piccole coltivazioni, cura dell’orto e delle sue piccole piante).